Tremosine: Gastronomia : Spongàdi :

Spongàdi

È ancora consuetudine nelle case e nei forni di Tremosine preparare gli spongadì a forma di chiocciola, consumati tradizionalmente a Pasqua. L'impasto è di farina, latte, zucchero, burro, uova e scorza di limone. La pasta è compatta, simile alla pasta frolla.
 
Ricetta tratta dal libro "Pa e vì e sucherì", 
antiche ricette e immagini di Tremosine di Clara Pilotti:
 
SPONGADì E COLOMBA CON " L’ ȌF EN DEL CÜL”

Per un kg. di farina bianca occorrono
250 gr di burro,
5 uova,
1 pizzico di sale,
un po di latte (quello che assorbe)
30 gr. circa di cremortartaro e bicarbonato
zucchero a granelli
 
Con questa dose si fanno 2 spongadì e due colombe.
Impastare tutti gli ingredienti. Allo spongadì di solito si da una forma a esse o di ciambella
Per dare la forma alla colomba si tira un filone lungo di pasta che si annoda al centro.
Qui si pone un uovo, che in cottura diventa sodo. Si fanno 3 tagli sulla coda appiattita, si da la forma della testa all'altro capo del filone e si mettono due fagioli per  occhi.
Dopo aver dato la forma voluta pennellare l'impasto con un po di latte, per far aderire lo zucchero a granelli. Questi dolci si cuocevano nella padella sulle braci, oggi si possono cuocere in forno come una normale torta.
Associazione Pro-Loco - Piazza Marconi, 1 25010 Tremosine (Bs) - Lago di Garda - Tel 0365 953185 Fax 0365 918670 - P.I. 02091170981 info@infotremosine.it
UA-131907302-1